Informazioni Generali

La globalizzazione dei mercati degli ultimi anni ha portato all’intensificarsi degli scambi commerciali fra i vari Paesi.

Talvolta il materiale da imballaggio in legno ha rappresentato un canale di introduzione e diffusione degli organismi nocivi. Si è reso quindi necessario diminuire il rischio di possibili infestazioni introducendo alcune misure fitosanitarie per evitare possibili impatti economici ed ambientali sul patrimonio forestale mondiale.

Le possibili misure fitosanitarie sono:

  • divieto di importazione (garantisce la massima sicurezza fitosanitaria, ma comporterebbe il blocco del commercio mondiale),
  • introduzione di requisiti fitosanitari particolari (pest free area),
  • richiesta del certificato fitosanitario (documento rilasciato dall’NPPO),
  • ispezione all’entrata (con notevole impiego di risorse per le ispezioni),
  • trattamento prima della spedizione.

Il trattamento prima della spedizione è la misura fitosanitaria individuata dall’IPPC ed è la base su cui si fonda lo Standard internazionale ISPM-15. In breve questo Standard prevede che gli imballaggi di legno grezzo debbano essere trattati (trattamento termico - HT o trattamento di fumigazione con bromuro di metile - MB) e, successivamente, certificati con il marchio IPPC/FAO. Questo marchio deve essere controllato attraverso un sistema di certificazione delle imprese della filiera degli imballaggi di legno e dei trattamenti.

 

ISPM-15: lo standard IPPC/FAO per le misure fitosanitarie sugli imballaggi di legno.

Pallet ed imballaggi di legno dalla nascita dell'ISPM N. 15 ad oggi: storia, inquadramento nella legislazione nazionale ed internazionale, aspetti pratici ed operativi dello standard, gestione dei trattamenti fitosanitari, tracciabilità, gestione imballaggi nuovi e usati, sistema FITOK in Italia.

 

EPAL European Pallet Association - Internationale Gütesicherunng für EUR Paletten, nasce nel 1991 a opera di Francia, Germania e Svizzera con lo scopo primario di garantire lo standard di qualità (UIC 435/2-435/4) del pallet EUR 800 x 1.200 mm e di promuoverne la diffusione per consentire agli utilizzatori di effettuare scambi alla pari di questo importante strumento di movimentazione in tutto il territorio europeo.
Il pallet EPAL, certificato da importanti società di controllo, garantisce, quindi, un prodotto affidabile oltre i confini.
Il cambiamento dei sistemi distributivi e la necessità di utilizzare uno strumento logistico economico e affidabile, reperibile in un libero mercato, con 20 nazioni produttrici e con più di 1.200 aziende associate, sono state le chiavi di volta del successo del pallet EPAL ormai in circuito, con più di 350 milioni di esemplari circolanti.

In Italia EPAL - CN Italia/Consorzio Servizi Legno-Sughero Comitato Tecnico EPAL, garantisce a livello nazionale attraverso la società di ispezione Bureau Veritas la qualità dei pallet EPAL.
Siamo il Comitato Nazionale italiano dell'European Pallet Association, che si occupa a livello europeo del controllo qualità.

EPAL ha designato Bureau Veritas, come società di controllo indipendente per il controllo della qualità in tutti i paesi.

Certificazioni Commerciali

My RIPAMONTI

PALLET in legno

CASSE in legno

GABBIE in legno

TELAI in legno

SEMILAVORATI

SERVIZI e LOGISTICA